La piramide della sicurezza alimentare

"L’EFSA – European Food Safety Authority - è un’agenzia europea finanziata dall’Unione europea che opera in modo indipendente dalla Commissione europea, dal Parlamento europeo e dagli Stati membri.

L’EFSA è stata istituita nel 2002 a seguito di una serie di crisi alimentari, verificatesi alla fine degli anni ‘90, come fonte indipendente di consulenza scientifica e comunicazione sui rischi associati alla catena alimentare. L’agenzia è stata formalmente istituita dall’Unione europea ai sensi del regolamento 178/2002 della legislazione alimentare generale.
La legislazione alimentare generale ha creato un sistema europeo di sicurezza alimentare in cui la responsabilità di valutare i rischi e quella di gestirli sono tenute separate."
https://www.efsa.europa.eu/it


Con il Decreto Legislativo 300/1999 sono state definite in Italia le competenze delle Autorità Centrali in materia di controlli alimentari in particolare:
al Ministero della Salute sono state attribuite le funzioni in materia di tutela della salute umana, di coordinamento del sistema sanitario nazionale, di sanità veterinaria, di tutela della salute nei luoghi di lavoro, di igiene e sicurezza degli alimenti. Gli organi di controllo che afferiscono al Ministero della Salute sono: - i servizi sanitari Regionali e le ASL - gli Istituti Zooprofilattici Sperimentali - il Comando Carabinieri NAS - gli Uffici periferici di sanità marittima ed aerea - gli Uffici veterinari per gli adempimenti comunitari - l’Istituto Superiore di Sanità.

Si aggiunge il CNSA, Comitato nazionale sicurezza alimentare, che è un organo tecnico-consultivo il quale opera all'interno del Ministero della salute articolato in 2 sezioni: Sezione per la sicurezza alimentare e Sezione consultiva delle associazioni dei consumatori e dei produttori in materia di sicurezza alimentare

Accanto al Ministero della Salute operano capillarmente e con competenze specifiche i seguenti enti:

1) Ministero per le Politiche Agricole e Forestali con funzioni e compiti in materia di agricoltura e foreste, caccia e pesca. Gli organi di controllo che afferiscono a questo Ministero sono:
- l’Ispettorato Centrale per il controllo della qualità e repressione frodi dei prodotti alimentari
- le Capitanerie di Porto
- il Corpo Forestale dello Stato
- I Carabinieri del Nucleo Antifrodi Comunitarie Esistono poi l’Istituto per la Ricerca nella Alimentazione e la Nutrizione (INRAN) ed alcuni Istituti del CRA (Ricerca in Agricoltura) che esercitano anch’essi alcune specifiche funzioni di controllo;

2) il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del mare con funzioni e compiti relativi alla tutela dell’ambiente, del territorio e dell’ecosistema. Le ARPA sono le principali strutture che operano nel settore ambientale ed in particolare per il controllo delle acque, ma anche di altri alimenti ;

4) Il Ministero dell’Economia e delle Finanze che svolge controlli di carattere fiscale attraverso l’Agenzia delle Dogane e la Guardia di Finanza. Dispone anche di un Laboratorio per i controlli;

I controlli finalizzati al contrasto delle frodi alimentari, nonché a garantire la sicurezza alimentare sono svolti da tutti gli organi sia di Polizia Amministrativa (oltre a quelli citati precedentemente anche la Polizia Annonaria dei Comuni) sia di Polizia Giudiziaria ed in particolare la Polizia Locale dei Comuni e delle Province, la Polizia di Stato, i Carabinieri, la Guardia di Finanza. E’ comunque necessario che chi opera abbia la qualifica di “Ispettore Sanitario”. Tale obbligo non esiste quando l’attività ispettiva viene richiesta da una Autorità Giudiziaria. Nel 2001 la modifica della costituzione ha stabilito la condivisione delle responsabilità in tema di salute in generale e della sicurezza alimentare in particolare tra Autorità Nazionali e Regionali. Ne è derivato che le Regioni e le Provincia autonome hanno oggi la responsabilità , all’interno del proprio territorio, della pianificazione, dell’indirizzo e coordinamento, del rilascio delle autorizzazione e della verifica dei controlli.

L’attuazione dei controlli è gestita a livello locale da 197 AUSL che hanno un elevato livello di autonomia nella destinazione e gestione delle risorse.

CONTATTACI

Form by ChronoForms - ChronoEngine.com